DONNE Un libro sul femminismo e il socialismo

Nel mese in cui ricorre la festa delle donne proponiamo un saggio di Christine Thomas, coordinatrice delle donne del Socialist Party (la nostra organizzazione in Inghilterra e Galles) per 12 anni. Il volume di circa 100 pagine si intitola Non deve essere per forza così. Le donne e la lotta per il socialismo ed è uno strumento di agevole lettura per capire il nostro punto di vista sul tema dell’oppressione delle donne nella nostra società.

L’autrice parte da una breve introduzione alla teoria marxista della famiglia e dello Stato e spiega che la posizione subalterna della donna nella società non è un dato ‘naturale’, ma il frutto di una lunga evo-luzione storica che ha condotto dall’egualitaria organizzazione delle società di cacciatori-raccoglitori al manifestarsi delle prime forme di stratificazione sociale e di sottomissione femminile nei confronti degli uomini. Poi dà alcuni cenni sulla storia dei movimenti delle donne, dalle ‘suffragette’ e dalle lotte delle lavoratrici tessili londinesi nell’800 alle più recenti correnti femministe. Uno sguardo critico che cerca di individuare punti di forza e di debolezza nei diversi approcci alla questione di genere succedutisi nel tempo. L’assunto da cui il saggio prende le mosse è che l’oppressione di genere, pur essendo storicamente antecedente al capitalismo, si manifesti oggi come una delle tante forme di oppressione caratteristiche di una società capitalistica (tra cui in particolare lo sfruttamento del lavoro). E che dunque sia illusorio pensare di superare la prima senza affrontare queste ultime e i lavoratori perciò siano il più importante potenziale alleato delle donne.

Da qui, nella seconda parte del volume, una serie di indicazioni più pratiche: come, dove e con chi è possibile lottare contro le discriminazioni di genere? Come è possibile far capire ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali che non si tratta di un tema secondario? Ma anche: quale giudizio e quale atteggiamento avere nei confronti di fenomeni come la pornografia e la prostituzione? Come rispondere a chi li analizza in modo semplicemente moralistico? Gli esempi e le esperienze citati, tratte principalmente dal contesto anglosassone, tratteggiano un metodo di analisi e di intervento, quello appunto della nostra organizzazione internazionale.

In Italia negli ultimi anni abbiamo visto le donne scendere in piazza e spesso dare vita a manifestazioni imponenti, come quella dello scorso novembre. Non sempre però a tale capacità di muovere grandi numeri è corrisposta un’analoga capacità di interpretare i fenomeni che attraversano la nostra società e di adottare le risposte più efficaci. Questo breve saggio è il nostro contributo per cercare di ovviare anche a questa contraddizione.

Christine Thomas

Non deve essere per forza così

Le donne e la lotta per il socialismo

Per ordinare il libro scrivere a:

resistenzeinternazionali@gmail.com