Bari vile aggressione squadrista

Resistenze Internazionali esprime solidarietà e vicinanza alle vittime del vile pestaggio squadrista andato in scena venerdì 21 settembre a Bari. L’aggressione ai danni di manifestanti antirazzisti del corteo “Mai con Salvini” è stata condotta da militanti dell’organizzazione Casa Pound che si sono scagliati con mazze, tirapugni e catene contro manifestanti inermi. Tra i feriti, alcuni in codice rosso, c’è anche Eleonora Forenza, europarlamentare del PRC e esponente di Potere al Popolo che è stata portata, con un suo collaboratore, al pronto soccorso.

La vile aggressione squadrista palesa e sottolinea i legami tra le organizzazioni neofasciste e il ministro dell’interno. Fedeli alla loro funzione storica di “picchiatori dei potenti” i neofascisti si candidano a svolgere il ruolo di braccio armato del potere contro i militanti e gli attivisti sociali delle lotte. L’aggressione al corteo di ieri è un pesante segnale di intimidazione nei confronti degli attivisti sociali. Un segnale che dice  “attenzione ora possiamo fare quello che vogliamo coperti da polizia e istituzioni“.

Non ci lasceremo intimidire! Oggi più che mai è necessario costruire un movimento di massa realmente anticapitalista e antirazzista in grado di spazzare via Lega, ministro dell’interno e tutta la cloaca neofascista che lo sostiene. Oggi più che mai occorre battersi tutti uniti contro ogni forma di rigurgito neofascista nella società, per costuire un movimento reale che porti allo scioglimento di CasaPound e Forza Nuova.

Solidarietà agli aggrediti!