Nasce il Conte Bis per i lavoratori non cambia nulla

In queste ore sta nascendo il governo PD-M5-Leu. Questo nuovo governo nasce con la benedizione del Vaticano, di Confindustria e dell’UE e con il plauso della borsa e dei mercati. Al di là delle belle parole il governo Conte bis sarà il governo del capitale finanziario e delle multinazionali, un governo che porterà avanti, in continuità con i governi precedenti politiche neoliberiste e di austerità. Persino Leu si appresta ad entrare in questo governo borghese, dandogli una copertura di ‘sinistra’. Ovviamente questo governo potrà apparire ‘meno peggio’ di quello precedente dominato da Salvini.

In tanti potrebbero pensare che è meglio un governo liberista rispetto ad un governo della destra reazionaria, ma come insegna la storia politica recente il ‘meno peggio’ porta sempre al peggio. Saranno Salvini e le destre a trarre i maggiori benefici dalle politiche di questo governo, che inevitabilmente attuerà misure di lacrime e sangue contro i lavoratori per pagare il debito e seguire i diktat dell’UE. Proprio per questo non possiamo lasciare a Salvini e alle destre l’opposizione a questo governo liberista! I lavoratori e la gente comune non hanno governi amici in un sistema capitalistico.

Negli ultimi 25 anni hanno governato tutti, da Storace a Bertinotti, portando avanti le stesse politiche neoliberiste. Evidentemente il problema è il sistema. Dobbiamo ricostruire una sinistra socialista di massa che sia all’opposizione di tutti i governi del capitale e che abbia una prospettiva anticapitalista e rivoluzionaria, partendo dalle battaglie ambientaliste e femministe e dalle lotte dei lavoratori. Solo in questo modo possiamo raccogliere le forze per poter sconfiggere per davvero Salvini, la destra populista e la destra liberista per si accinge a governare. Noi ci stiamo lavorando.