Articolo evidenziato

Cento anni dal Biennio Rosso

Comprendere la storia per modificare il presente Se c’è un anniversario che è stato praticamente assente dal dibattito politico italiano in questi ultimi mesi è stato quello del Biennio Rosso del 1919-1920. Se si pensa ad altri anniversari analoghi, celebrati recentemente, come quello per i

Articolo evidenziato

Il CWI/CIL diventa Alternativa Socialista Internazionale (ISA/ASI)

Vi invitiamo a visitare www.internationalsocialist.net, il nuovo sito web dell’Alternativa Socialista Internazionale (ex Comitato per l’Internazionale dei Lavoratori, CIL). Questo sito vi fornirà regolarmente analisi socialiste di qualità, rapporti e prospettive sugli eventi mondiali. Presenterà inoltre il lavoro delle organizzazioni dell’ISA/ASI in tutto il mondo.

Articolo evidenziato

Elezioni USA: serve un partito di alternativa socialista!

È evidente che l’establishment del Partito democratico farà di tutto per mettere i bastoni fra le ruote a Bernie Sanders. È impossibile cambiare il Partito democratico dall’interno, perché è un partito che rappresenta gli interessi dei capitalisti. Sanders dovrebbe uscire dal Partito democratico e dare

Articolo evidenziato

Dietro al Coltan dei nostri apparecchi elettronici c’è la schiavitù

Per costruire i cellulari, gli smartphones, le auto elettriche e tutti gli apparecchi elettronici è necessario il Coltan, un minerale di cui è ricco il Congo. Proprio nella Repubblica Democratica del Congo viene estratto in massima parte questo minerale, utilizzato poi dalle grandi multinazionali dell’elettronica.

Articolo evidenziato

Chi rimpiange Craxi difende una politica corrotta e anti-socialista

La rivalutazione di Craxi è un po’ il segno dei tempi che corrono. Non stupisce infatti che alcuni politici come Renzi, lo abbiano elogiato in occasione dell’anniversario della sua morte. In particolare il leader di Italia Viva ha definito Craxi “un gigante rispetto ai politici

Articolo evidenziato

Ricordando Rosa Luxemburg: “Socialismo o barbarie” più attuale che mai!

Il 15 Gennaio del 1919 i corpi franchi, squadre paramilitari di estrema destra, assassinarono i marxisti rivoluzionari Rosa Luxemburg e Karl Liebnecht, fondatori del movimento Spartachista e del Partito comunista tedesco. Furono assassinati per ordine del governo socialdemocratico tedesco di Ebert, che represse nel sangue

Articolo evidenziato

La legge è uguale per chi se lo può permettere

I Benetton, proprietari di Autostrade e responsabili della tragedia del Ponte Morandi, non hanno fatto un giorno di carcere e continuano a fare i miliardi. I Riva, i vecchi proprietari dell’ILVA che per anni hanno inquinato e ucciso impunemente i cittadini di Taranto e i

Articolo evidenziato

Il decreto sicurezza abolisce il diritto di lottare

A Prato diversi operai che scioperavano perché il padrone non li pagava da 7 mesi e li costringeva a lavorare 12 ore al giorno, compresi i festivi, sono stati sanzionati dalla questura con multe fino a 4000 euro per il reato di “blocco stradale”, previsto

Articolo evidenziato

Il mondo è una polveriera

Cile, Bolivia, Ecuador, Haiti, Iran, Iraq, Libano, Hon Kong. Il mondo è una polveriera. In tutto il mondo le masse popolari si ribellano contro il capitalismo e i suoi governi. In tutto il mondo lo Stato borghese risponde alle proteste con i massacri e la

Articolo evidenziato

L’UE appoggia golpe di estrema destra in Bolivia

Il parlamento europeo ha approvato il golpe dell’estrema destra in Bolivia, limitandosi a chiedere che vengano fatte nuove elezioni. L’Unione Europea sostiene la presidentessa golpista Jeanina Anez, che si è autoproclamata presidente con l’appoggio dell’esercito e che rappresenta una destra fascista, razzista e colonialista che

Articolo evidenziato

Cambiamo il sistema, non il clima!

Oggi centinaia di migliaia di studenti sono scesi in piazza in tutta Italia per difendere l’ambiente dal sistema capitalistico che lo sta distruggendo. Questa società sta bruciando le foreste, inquinando mari e fiumi e mettendo a repentaglio la sopravvivenza della nostra specie, per il profitto

Articolo evidenziato

Il parlamento europeo vota per il revisionismo storico

Due giorni fa il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che paragona il comunismo al nazifascismo, distorcendo completamente la storia. Nella risoluzione il Parlamento Europeo chiede agli Stati membri di rimuovere i simboli comunisti come la falce e martello, auspicandone la messa al bando. Questa

Articolo evidenziato

In memoria di Christiaan Georgievič Rakovskij

L’11 settembre è una data nota ai più come data di tristi commemorazioni. In tanti ricordano gli attentati terroristici dell’11 settembre del 2001 e il successivo sviluppo della “guerra preventiva” con l’invasione dell’Afghanistan e dell’Iraq, avvenimenti tragici che hanno sconvolto le vite di decine di

Articolo evidenziato

Una riflessione scomoda sull’antifascismo di Facebook

Al momento di marciare molti non sanno che alla loro testa marcia il nemico. La voce che li comanda è la voce del loro nemico. E chi parla del nemico è lui stesso il nemico. Bertol Brecht È notizia di ieri che il colosso digitale

Articolo evidenziato

Hong Kong il movimento di massa ha bisogno di una nuova direzione

Il giorno in cui Carrie Lam annuncia il ritiro, a seguito della lotta di massa, della legge sull’estradizione in Cina pubblichiamo questo articolo scritto qualche giorno fa dai nostri compagni attivi nel movimento rivoluzionario che sta attraversando Hong Kong. Da diverse settimane il governo di

Articolo evidenziato

Il CIL/CWI continua a costruire una grande internazionale socialista!

Il colpo di mano burocratico non impedirà alla maggioranza del CIL/CWI di costruire una grande internazionale rivoluzionaria socialista Una minoranza del Comitato per un’Internazionale dei Lavoratori: CIL/CWI ha forzato burocraticamente una sfortunata e dannosa scissione nella più grande e influente organizzazione socialista rivoluzionaria del mondo il CIL/CWI.

Articolo evidenziato

Vigilia di lotta per i lavoratori Pam-Panorama a Campo Bisenzio

Anche le feste riservano brutte sorprese per i lavoratori, i lavoratori Pam-Panorama del punto vendita nel centro commerciale “I Gigli” di Campo Bisenzio (Fi) hanno indetto uno sciopero per l’intera giornata del 24 dicembre, per protestare contro il licenziamento di 34 persone nello stesso punto

Sulle quattro giornate di Napoli

Il 27 settembre del ’43 cominciarono le 4 giornate di Napoli: il popolo napoletano insorse contro i nazifascisti, che furono cacciati dalla città in 4 giorni. In questo modo Napoli si liberò da sola dai nazifascisti, prima dell’arrivo degli alleati. Fu una vera e propria

Referendum costituzionale le ragioni del NO!

Al referendum costituzionale voterò NO, perché tagliare drasticamente il numero dei parlamentari significa tagliare la democrazia e gli spazi di rappresentanza. Se davvero si volessero cancellare i privilegi dei politici si dovrebbero tagliare drasticamente gli stipendi dei parlamentari, non il loro numero. Si dovrebbero cancellare

Caro ministro ti scrivo…

Buonasera Ministro, Ancora io, docente precaria, e madre. Spero di non risultarle arrogante ma confrontandomi con altri colleghi ci interrogavano sul perché non avessimo ancora sentito parlare dell’Outdoor education come possibile soluzione riorganizzativa in tempi di pandemia. È ormai condiviso a livello internazionale che la

Ricordando il massacro di piazza Tienanmen

Il 4 giugno del 1989 il regime stalinista cinese diede inizio al massacro di Piazza Tienanmen: migliaia di studenti e operai che manifestavano contro il regime furono massacrati dall’esercito. Le proteste erano cominciate nel mese di aprile e videro la partecipazione di milioni di studenti

Continuare a lottare contro omofobia e transfobia

In occasione della giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia è necessario ricordare ai tutti compresi i ‘compagni’ che pensano che siano importanti solo i diritti sociali e che invece i diritti civili siano ‘borghesi’ che uno dei primi Paesi al mondo a legalizzare l’omosessualità

Il gruppo Fca batte cassa…

Fca chiede un prestito garantito dallo Stato italiano per un valore di più di 6 miliardi di euro.  Questa multinazionale, che non ha nemmeno la sede legale e fiscale in Italia, ha il coraggio di chiedere miliardi allo Stato italiano, miliardi di soldi pubblici che

Ricordando Peppino Impastato

Il 9 maggio del 1978 veniva assassinato dalla mafia il comunista rivoluzionario siciliano Peppino Impastato, militante di Democrazia Proletaria. Aveva denunciato i legami dei mafiosi con i politici democristiani e i capitalisti. Dopo la sua morte i giornali e le forze dell’ordine omisero la verità:

Abbasso il modello Sala! Reddito garantito per tutti!

La retorica tossica di Sala raggiunge nuovi picchi: dopo aver fatto una figura talmente bieca da doversi scusare pubblicamente, con lo storico #milanononsiferma, che infiniti lutti addusse, adesso mette le mani avanti. Siccome ha spinto (come altri) per una riapertura del tutto insensata in una