Archivi della categoria: Storia

Ricordando il massacro di piazza Tienanmen

Il 4 giugno del 1989 il regime stalinista cinese diede inizio al massacro di Piazza Tienanmen: migliaia di studenti e operai che manifestavano contro il regime furono massacrati dall’esercito. Le proteste erano cominciate nel mese di aprile e videro la partecipazione di milioni di studenti

Ricordando Peppino Impastato

Il 9 maggio del 1978 veniva assassinato dalla mafia il comunista rivoluzionario siciliano Peppino Impastato, militante di Democrazia Proletaria. Aveva denunciato i legami dei mafiosi con i politici democristiani e i capitalisti. Dopo la sua morte i giornali e le forze dell’ordine omisero la verità:

Articolo evidenziato

Cento anni dal Biennio Rosso

Comprendere la storia per modificare il presente Se c’è un anniversario che è stato praticamente assente dal dibattito politico italiano in questi ultimi mesi è stato quello del Biennio Rosso del 1919-1920. Se si pensa ad altri anniversari analoghi, celebrati recentemente, come quello per i

Il capitalismo e l’influenza spagnola del 1918-1919

L’influenza spagnola del 1918-1919 uccise tra i 50 e i 100 milioni di persone. Secondo l’esperta Laura Spinney, l’influenza spagnola “ha scolpito le popolazioni umane in modo più radicale di qualsiasi altra cosa dopo la peste nera del trecento“. L’epidemia di influenza iniziò nella primavera

Etiopia 19 febbraio giorno del ricordo

Pochi sanno che il giorno del ricordo per gli etiopi è il 19 febbraio, giornata in cui vengono commemorati le vittime del colonialismo italiano. È stata scelta questa data perché fra il 19 e il 21 febbraio i fascisti italiani massacrarono circa 30 mila civili

Foibe oltre la propaganda politica?

Le foibe furono una tragedia che andrebbe affrontata con il rigore metodologico della disciplina storica e non strumentalizzata per fini politici. Eppure ancora oggi persistono, ad esempio in settori di sinistram tesi negazioniste, riduzioniste o giustificazioniste, che sostengono che le foibe furono solo delle vendette

Articolo evidenziato

Chi rimpiange Craxi difende una politica corrotta e anti-socialista

La rivalutazione di Craxi è un po’ il segno dei tempi che corrono. Non stupisce infatti che alcuni politici come Renzi, lo abbiano elogiato in occasione dell’anniversario della sua morte. In particolare il leader di Italia Viva ha definito Craxi “un gigante rispetto ai politici

Giampaolo Pansa e la sua “storia” della resistenza

Giampaolo Pansa è stato un bravo giornalista, ma non era affatto uno storico. Il metodo storiografico presuppone che le fonti utilizzate vengano sempre citate e che i fatti raccontati vadano contestualizzati. Nei suoi libri sulla resistenza questo non viene fatto. Le fonti non sono citate