Categoria: ZZ_Copertina

Che fine fanno i nostri soldi?

Come molti di voi anche quest’anno ho avuto a che fare con la dichiarazione dei redditi. Per risparmiare i 60/70 euro richiesti dai vari CAF ho deciso di provare a fare la dichiarazione precompilata sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Prima di tutto la beffa, per

PUBBLICAZIONI È uscito “Un’alternativa rivoluzionaria per cambiare il mondo”

Pubblichiamo di seguito la prefazione al nostro nuovo lavoro, recentemente pubblicato: “Un’alternativa rivoluzionaria per cambiare il mondo”. Per prenotazioni online, info e contatti scrivere a resistenzeinternazionali@gmail.com. Il testo che vi proponiamo si rivolge innanzitutto a chi non ci conosce, a chi ci ha incontrato magari

Papa Francesco non è “comunista”

  Il personaggio che è stato in questi anni più elogiato a livello mediatico è senza dubbio Papa Francesco, presentato da tutti i media come la sintesi delle migliori virtù dell’uomo; persino buona parte della sinistra italiana, anche quella radicale, si è innamorata di questo

ITALIA Nasce il “governo del cambiamento”

  Dopo tre mesi dalle elezioni politiche del 4 marzo, l’Italia ha di nuovo un governo. Il 1 giugno è infatti ufficialmente nato il governo giallo-verde capitanato dall’avvocato grillino Giuseppe Conte e dai due vice-primi ministro il capo politico del M5S Luigi di Maio e

Cos’è stato il ’68?

  “Du passé, faisons table rase” (del passato facciamo tabula rasa), recita un verso dell’Internazionale, nella versione originale di Eugéne Pottier, che ne scrisse i versi nel 1871, dalla clandestinità poco dopo la feroce repressione borghese de La Commune. Liberiamoci dalle catene della tradizione, dal

Mattarella dice ‘Nein’

  “La designazione del ministro dell’economia costituisce sempre un messaggio immediato di fiducia o di allarme per gli operatori economici e finanziari, ho chiesto per quel ministero l’indicazione di un autorevole esponente politico della maggioranza, che non sia visto come sostenitore di una linea che

A cinquant’anni dal ’68

  Sono passati quasi cinquant’anni da quando nel maggio del ’68 milioni di studenti e operai francesi eressero le barricate e occuparono i loro luoghi di studio e di lavoro. Altrettanto tempo è passato dalla “primavera di Praga”, quando manifestazioni di massa di lavoratori e

Stato Spagnolo. Mobilitazione di massa contro il patriarcato

Manifestazioni e proteste sono scoppiate in tutto lo Stato spagnolo dopo il verdetto di un tribunale che ha deciso che lo stupro di gruppo di una ragazza di 18 anni non e’ stato uno stupro ma ‘abuso sessuale’, un delitto minore secondo la legge spagnola,

Fermiamo lo smantellamento della scuola pubblica!

Ci siamo arrivati. Avremo un governo giallo-verde che tende a confondersi con il nero. Si tratta del governo più a destra nella storia dell’Italia repubblicana. Si sta tentando di costruire un regime basato sulla paura, sullo spirito di risentimento, sulla rabbia sociale deviata verso gli

EUROVISION Spettacolo popolare o strumento di propaganda capitalista?

L’Eurovision Song Contest (spesso abbreviato in ESC; in francese Concours Eurovision de la chanson), precedentemente noto come Eurofestival, è una manifestazione musicale televisiva nata nel 1956, organizzata dall’Unione europea di radiodiffusione (EBU-European Broadcasting Union) con sede a Ginevra. Pensata inizialmente con lo scopo di riunire