Archivi della categoria: ZZ_Copertina

Ricordando Peppino Impastato

Il 9 maggio del 1978 veniva assassinato dalla mafia il comunista rivoluzionario siciliano Peppino Impastato, militante di Democrazia Proletaria. Aveva denunciato i legami dei mafiosi con i politici democristiani e i capitalisti. Dopo la sua morte i giornali e le forze dell’ordine omisero la verità:

Abbasso il modello Sala! Reddito garantito per tutti!

La retorica tossica di Sala raggiunge nuovi picchi: dopo aver fatto una figura talmente bieca da doversi scusare pubblicamente, con lo storico #milanononsiferma, che infiniti lutti addusse, adesso mette le mani avanti. Siccome ha spinto (come altri) per una riapertura del tutto insensata in una

Articolo evidenziato

Cento anni dal Biennio Rosso

Comprendere la storia per modificare il presente Se c’è un anniversario che è stato praticamente assente dal dibattito politico italiano in questi ultimi mesi è stato quello del Biennio Rosso del 1919-1920. Se si pensa ad altri anniversari analoghi, celebrati recentemente, come quello per i

Ricordando Lenin a 150 anni dalla sua nascita.

Vladimir Ilyich Ulyanov, meglio conosciuto con il suo pseudonimo rivoluzionario, Vladimir Lenin, nacque nella città di Simbirsk, oggi Ulyanovsk, sul fiume Volga in Russia un secolo e mezzo fa. All’età di 30 anni, si era guadagnato la reputazione di uno dei principali marxisti mondiali e

Nonostante tutto…Buon Primo Maggio 2020

La giornata del Primo Maggio, così come il 25 aprile e l’8 marzo, è stata privata del suo reale significato dalle istituzioni borghesi. Il Primo Maggio non nasce come generica ‘festa del lavoro’, ma come una giornata di lotta internazionale dei lavoratori per i propri

Covid-19 Paghi chi ha creato questo disastro

E’ stato dimostrato che nelle prime settimane del contagio la Confindustria lombarda ha fatto pressioni affinché nel bergamasco e nel bresciano non venisse dichiarata la ‘zona rossa’ e non fosse quindi adottata per tutta la Lombardia la ‘soluzione Codogno’, cioè la chiusura di fabbriche e

Il capitalismo e l’influenza spagnola del 1918-1919

L’influenza spagnola del 1918-1919 uccise tra i 50 e i 100 milioni di persone. Secondo l’esperta Laura Spinney, l’influenza spagnola “ha scolpito le popolazioni umane in modo più radicale di qualsiasi altra cosa dopo la peste nera del trecento“. L’epidemia di influenza iniziò nella primavera

Anche il regime iraniano si dimostra incapace di lottare contro il Covid-19

L’Iran è uno dei paesi più colpiti dalla pandemia di Covid-19, il tasso di mortalità è estremamente alto, anche tra i giovani. I numeri dei decessi effettivi potrebbero essere cinque volte superiori a quelli comunicati dai dati ufficiali a causa del numero limitato di tamponi

Partecipa al nostro raduno internazionale virtuale di domenica 29/03 alle ore 20h00

Il capitalismo globale messo in crisi dal Coronavirus. Partecipa con noi al raduno virtuale organizzato dall’Alternativa Socialista Internazionale (ISA/ASI) , un’organizzazione globale che lotta contro il capitalismo in oltre 30 paesi. Segui il nostro raduno e ascolta il punto di vista di militanti Socialisti di